La routine del sonno

Come creare un ambiente favorevole al sonno?

L’ambiente è fondamentale per aiutare il bambino ad addormentarsi in maniera tranquilla e serena. La stanza dovrà essere accogliente, le pareti dovranno avere dei colori chiari e non forti (come ad esempio blu, rosso, arancione). La stanza dovrà trasmettere calma, tranquillità e familiarità…

Per questo motivo, la scuola può chiedere alla famiglia di portare un oggetto “caro” al bambino (oppure se il bambino ha un oggetto transizionale, chiedere di portarlo) in modo da aiutarlo ad addormentarsi nel modo più sereno possibile.

Quale atteggiamento deve assumere l’educatore e/o il genitore?

L’adulto dovrà assumere un ruolo calmo e pacato, muovendosi molto lentamente nell’ambiente e assumendo un tono di voce molto basso. Il genitore/educatore può decidere di sedersi a fianco del lettino (nel caso in cui l’educatore si trovasse a dover far addormentare un gruppo di bambini, può decidere di sedersi vicino ad uno di loro, ma, allo stesso tempo, dovrà far sentire la sua vicinanza a tutti i bambini presenti nella stanza). Il comportamento dell’educatore, in questo caso, varia in base alle abitudini del bambino e all’età (utilizzo di carezze, musica adatta al sonno, coccole). A tal proposito, si può chiedere ai bambini cosa preferiscono tra la musica, le coccole e/o il silenzio.

Ricorda sempre che ogni bambino è a sé e che non bisogna dare mai niente per scontato! Parliamo con il bambino che abbiamo di fronte, sempre!

Come creare un ambiente favorevole al risveglio?

Il risveglio, così come il riposo, dovrà essere dolce e calmo. È importante, anche in questo caso, creare una routine.

Una volta concluso il riposo, il bambino che si sveglia dovrà essere invitato a:

  • “Sistemare” i suoi vestiti,
  • Cambiare il pannolino;
  • A lavare il viso;
  • Se desidera può essere anche invitato a pettinarsi 😊 
Condividi con:

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.