Mente e corpo: lo sviluppo psicomotorio

Il movimento è una conquista importante nella crescita del bambino. È grazie al movimento che egli può fare esperienza diretta sull’ambiente.

Perché si parla di sviluppo psicomotorio?

Lo sviluppo del bambino è caratterizzato da due fasi:

  • Lo sviluppo biologico (l’equilibrio);
  • Lo sviluppo psichico (la mano).

Lo sviluppo biologico

Alla nascita, il bambino, non ha ancora completato lo sviluppo di alcune parti del corpo come il cervelletto, lo scheletro ed i nervi spinali; lo farà nel primo anno di vita.

Una volta raggiunto il completo sviluppo biologico avrà raggiunto l’equilibrio.

Il bambino è quindi pronto per muoversi e fare i primi passi.

Lo sviluppo psichico

Lo sviluppo psichico avviene grazie al movimento ed alla mano. È con la mano: “organo di prensione dell’intelligenza”, che il bambino esplora e tocca l’ambiente.

Quindi, lo sviluppo psichico segue quello della memoria, della concentrazione, della volontà…

Superata la parte un po’ più “teorica”, passiamo alla “pratica”… 🙂

Il bambino che inizia a camminare e quindi a muoversi, si sente libero di scegliere e di esplorare l’ambiente che lo circonda (osservando, afferrando, manipolando un oggetto). Il movimento e l’esplorazione lo portano a concentrarsi, a porre l’attenzione su alcuni oggetti rispetto ad altri, a ricordare (esercitando quindi la memoria) gli spazi, come ad esempio un gradino. Per questo motivo, come precedentemente detto, lo sviluppo psichico segue quello della memoria, della concentrazione, della volontà…

Perchè è così importante lo sviluppo psicomotorio?

Lo sviluppo psicomotorio è fondamentale per una crescita serena ed equilibrata!

Nel passato, al contrario, il bambino veniva bloccato in ogni suo minimo movimento. Si pensi all’utilizzo della fascia, utilizzata con lo scopo di immobilizzare i muscoli del neonato.

Purtroppo a quei tempi, i genitori non sapevano che:

“senso, centro nervoso e muscoli costituiscono tutto un insieme.”

(M. Montessori)

Oggi (sto per essere critica) credo accada lo stesso. Però, invece di utilizzare le fasce, il bambino viene immobilizzato con il cellulare. Pochi anni fa ho scoperto che alcune mamme, per allattare, agganciano sulla spalla un supporto dove inserire il cellulare, in modo da immobilizzare il bambino, senza utilizzare la forza fisica ma la “forza del cellulare”!

Vi chiedo: non è la stessa cosa?

Senza focalizzarmi sulle critiche, il mio intento è far capire l’importanza del movimento nell’infanzia!!!

Da cosa partire?

  • Dall’ambiente: spazi e arredi vanno creati ed organizzati “a misura di bambino” (qui il link su come organizzare la stanza del tuo bambino).

Un ambiente “preparato” stimola lo sviluppo psicomotorio, l’esplorazione, favorisce la curiosità, il movimento.

  • Dalle proposte per stimolare lo sviluppo della motricità, della deambulazione, la concentrazione…
  • Oggetti da trainare con il filo (dai 10 mesi in poi…).
  • Salire e scendere le scale (può essere un ottimo esercizio per sviluppare la coordinazione dei movimenti, lo sviluppo psico-motorio, favorire l’autonomia e l’indipendenza).
  • Il triangolo Pikler è anche un’ottimo materiale da utilizzare per lo sviluppo psicomotorio del bambino!
  • Impilare i bicchieri (dai 13 mesi in poi).

👇

Se hai dubbi e/o vuoi approfondire alcune proposte che ho elencato, scrivi a info@cosmomontessori.com!

👇

Visita la sezione “consigli pratici“, troverai dei consigli semplici da applicare con il tuo bambino!

👇

Se vuoi rimanere aggiornato sugli articoli e le novità del sito, iscriviti alla newsletter !

Condividi con:

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.