I giochi Montessori: una moda del XXI secolo!? Come scegliere i giochi del bambino?

Il Metodo Montessori, sviluppatosi nel ‘900, si è ormai diffuso in tutto il mondo! Nonostante siano passati 115 anni dall’apertura della Prima Casa dei Bambini, a Roma nel quartiere di San Lorenzo, ancora oggi continuano a nascere scuole e nidi a Metodo!

Oggi, però, ci troviamo dinanzi ad un nuovo problema:

i giochi proposti come Montessoriani e che in realtà non lo sono affatto!

Vorrei ricordare che il Metodo Montessori è innanzitutto un metodo ed è scientifico, quindi esatto. Segue una filosofia e dei principi fondati sul rispetto di sé e degli altri, sulla pace, sull’ordine, sulla società!

Quindi non è una moda!

Purtroppo, però, le aziende che producono giochi hanno ben compreso che scrivere su una scatola “Montessori” sia il giusto approccio per rendere un gioco più “vendibile”.  

Questo perché il termine “Montessori” viene usato come sinonimo di perfezione, di ordine, di conoscenza…

Così, in un negozio di giocattoli, è semplice trovare un angolo di giochi “Montessoriani” che, di fatto, di Montessori hanno solo il nome.

Quest’articolo vuole presentarsi come una “mini-guida” alla scelta di un gioco di ispirazione e/o Montessori.

Prima di comprare un gioco, dovresti valutare queste caratteristiche:

  1. Lo scopo. Il gioco dovrebbe avere uno scopo preciso, ad esempio i colori. Per orientarti nella scelta, il gioco dovrebbe raggruppare un’unica qualità: colore, forma, dimensioni, lettere, numeri…
  2. La bellezza e l’ordine. Montessori sosteneva che il bambino é attratto dalla “voce delle cose”. Quindi il gioco dovrebbe essere bello, attraente, ordinato, possibilmente di un unico colore! Pensadoci, a chi piacerebbe un oggetto brutto e “disordinato”? 😊
  3. Il materiale. Il bambino esplora e “scopre”, soprattutto nei primi anni di vita, l’ambiente con le mani. Bisognerebbe quindi prediligere giochi di legno, di stoffa, di lana, naturali (conchiglie, pigne, pietre…), seta, cotone…

Già questi tre punti, sono certa, vi daranno un grande aiuto nella scelta di un gioco. 😊

Inoltre, valutate sempre l’età del bambino ed il periodo sensitivo che sta vivendo. Ad esempio, nel periodo sensitivo del linguaggio, il bambino vuole conoscere il nome di ogni oggetto, vorrebbe parlare ma accenna ancora delle parti di nome. In questa fase non bisognerebbe deviarlo, viceversa, assecondarlo e stimolarlo (ad esempio: con le nomenclature. Si tratta di immagini reali, su sfondo bianco, che stimolano ed arricchiscono il linguaggio del bambino).

Bisognerebbe, invece, evitare:

  1. Scatole con scritte: “la mia cucina Montessori”, “la mia casetta Montessori”, “i miei vestiti Montessori”! Nel Metodo Montessori non esistono materiali, né scatole del genere!

Si potrebbe, piuttosto proporre un gioco simbolico. Ad esempio:

  • La casa delle bambole, con bamboline ed elementi (possibilmente di legno) della stanza, dei giochi, del bagno, del salotto, ecc… in questo modo il bambino avrà modo di arricchire il vocabolario e sviluppare il linguaggio.
  • L’officina;
  • Il meccanico;
  • La fattoria degli animali;
  • Il gelataio…

N.B. Il gioco simbolico si può proporre a maschi e femmine, senza distinzione di sesso. D’altronde, anche i maschi cucinano, le donne avvitano e svitano bulloni, oppure battono un chiodo, i maschi saranno dei papà e si occuperanno delle faccende domestiche, no?

Quindi, non LIMITIAMO il gioco simbolico a NESSUNO!

2. Giochi troppo colorati, con troppi stimoli, con diversi scopi. Il bambino non riuscirà a concentrarsi su niente ed abbandonerà quel gioco facilmente.

3. Giochi di plastica. Il bambino, utilizzando giochi di legno, di stoffa o comunque materiali frangibili, ne sarà più attratto, verrà stimolato (a livello sensoriale) in diversi modi (calore, consistenza, peso…) e ne comprenderà la delicatezza, perché si possono rompere o rovinare. Quindi, indirettamente, capirà di doverne avere cura e di doverli maneggiare con attenzione!

Siamo giunti alla fine di questo articolo, se ti è sembrato utile

lasciami un cuoricino e/o un commento! 😊

E poi…Ricorda! Per rimanere aggiornato sugli articoli e le novità del sito, iscriviti alla newsletter !

E-mail: info@cosmomontessori.com 

Condividi con:

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.