La palla, spesso, viene considerato un gioco banale, ma non è affatto così!

La prima palla che si propone al bambino è di stoffa.

Vi è mai capitato di sentire parlare di “puzzle ball”?

Si tratta di una palla, di stoffa (generalmente di cotone), con dei triangolini imbottiti, che permettono al bambino di afferrarla e di manipolarla, dovendo esercitare una certa prensione e forza sia nelle dita che nei polsi.

Il ruolo dell’adulto è sempre quello di “osservatore“!

In seguito si può proporre la palla con i campanellini, che cadendo o ruotando, produce un suono.

Condividi con:

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.